Slide FanBox
  • #AttimidiJuve
  • Iscriviti ai Feed Seguici su Facebook Seguici su Twitter Aggiungimi su Google+ Segui il Canale di Youtube
    Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

    Juve, il Qpr verso il riscatto del cartellino di Isla

    Un avventura che prosegue nel migliore dei modi, tra Mauricio Isla e il Qpr sempre essere scoccata la scintilla. L’esterno cileno che il Qpr ha prelevato in estate dalla Juventus c potrebbe presto venire riscattato dal club inglese: 11 milioni di euro la cifra già stabilita, investimento importante che potrebbe concretizzarsi. I segnali che arrivano nelle ultime ore alla Juventus sembrano condurre verso questa direzione, i bianconeri attendono. L’Inghilterra sempre più nel futuro di Isla.

    Di Marzio.com

    Malmoe-Juve, stasera ore 20:45. Le probabili formazioni


    Malmoe come Istanbul, campo arma anti Juve: Terreno pesante e rimpicciolito.

    Una è porta tra l'Oriente e l'Occidente e affaccia sul Bosforo, l'altra una città scandinava bagnata dal mare del Nord. Istanbul e Malmoe hanno poco o nulla da spartire, ma sono sinistramente legate dalle similitudini tra le insidie che la Juve trovò affrontando il Galatasaray, e quelle che si paventano alla vigilia della gara contro la squadra di Age Hareide.

    Campo rimpicciolito Nelle prossime ore le condizioni meteorologiche dovrebbero peggiorare, senza che tuttavia siano previste nevicate. Il prato dello Swedbank Stadion, però, è già vistosamente rovinato e basta una breve camminata per rendersi conto di come il fondo sia pesante, e la superficie molto scivolosa. Se ne sono accorti anche Agnelli, Marotta, Allegri e i giocatori, apparsi piuttosto perplessi durante il sopralluogo di ieri sera. Il tecnico juventino ha notato anche un particolare tutt’altro che
    secondario: le righe delle fasce sono state ridipinte e avvicinate alle aree di rigore. Già, il rettangolo di gioco (rizollato la scorsa settimana con 500 metri quadrati di erba olandese, per una spesa di 150 mila euro) è stato rimpicciolito visto che le corsie esterne erano tra le zone più compromesse. Perimetro ridotto, ma sempre a norma, proprio per questo (almeno per ora) la Juve non ha presentato ricorso all’Uefa. «Non nascondiamo che sarà un campo in brutte condizioni, ma non ci possiamo fare nulla», se la ridacchia Hareide.

    Il centrocampista Il rischio che il terreno sia più adatto a una gara di pattinaggio che a una partita di pallone è concreto, ma tra le variabili che avvicinano l'inferno di ghiaccio di Istanbul a quello di Malmoe c’è pure il piglio aggressivo garantito da Hareide e Magnus Eriksson, il centrocampista biancazzurro che ha parlato assieme al tecnico norvegese. «La Juve è inferiore all'Atletico Madrid - la provocazione del numero 7 -. I bianconeri sono una buona squadra, ma rispetto alla partita contro gli spagnoli pensiamo di avere più possibilità di successo. In casa siamo molto forti, la Juve sappia che qui non sarà come a Torino: a Malmoe ci trasformiamo anche grazie al nostro numero 12, cioè i tifosi. Avvertiamo sensazioni positive».

    Notte che vale un tesoro: I quarti porterebbero da 55 a 69 mln.

    Massimiliano Allegri sostiene che la Juventus ha le qualità per aspirare a vincere la Champions League. Il tifoso Andrea Agnelli la pensa allo stesso modo, il manager Andrea Agnelli sarebbe già molto felice di raggiungere i quarti di finale, come fece Antonio Conte due stagioni fa. In quel caso la Juventus potrebbe incassare da un minimo di 55 milioni a un massimo di 69 milioni (a seconda della spartizione del market pool con la Roma). Un jackpot che potrebbe tenere a galla i conti e permettere una campagna acquisti interessante. Ma tutti i sogni passano dallo scivoloso campo di Malmoe: questa sera vale un tesoro. Una sconfitta (ma anche il pari), infatti, comprometterebbe quasi irrimediabilmente la qualificazione. E il bilancio.

    Nirvana Vecchia storia, ma sempre più vera: la Champions League appassiona i tifosi e gli amministatori dei club allo stesso modo, perché in situazioni critiche come quelle che sta attraversando il calcio italiano, i soldi della coppa più munifica del mondo possono essere fondamentali per mettere a posto i conti. La Juventus, per esempio, non può ancora farne a meno, anche se il progetto di Agnelli è quello di arrivare in una sorta di Nirvana economico-sportivo in cui i soldi della Champions non rappresentino una voce necessaria nelle entrate di bilancio, forti di incassi sicuri quali diritti tv, biglietteria e accordi commerciali. Lo ha spiegato nell'ultima assemblea dei soci.

    Kramaric sempre più vicino: prosegue il pressing sul giovane attaccante croato.



    C'è una pista nuova nel mercato bianconero. Si tratta di Jeremy Toulalan, centrocampista francese del Monaco con un contratto in scadenza a giugno che il giocatore non avrebbe nessuna intenzione di rinnovare, visto che il club sta rivedendo al ribasso le proprie ambizioni. Il centrocampista valuterà nei prossimi mesi le alternative. E' stuzzicato da un ritorno alle origini, a Nantes, è seguito dall'Atletico Madrid, e ha offerte dagli Stati Uniti o dai paesi del golfo. Esistono anche piste italiane, una di queste porta a Torino. Ipotesi non semplice, ma l'interesse è concreto, lo certifica l'Equipe che ieri ha svelato il retroscena: «Anche la Juve ha studiato il suo dossier in questi ultimi mesi, ma è un settore dove è straripante di talento (Vidal, Pogba, Pirlo, Marchisio)». C'è da dire che per il quotidiano francese in questo momento la destinazione bianconera è «improbabile, a meno che non parta qualcuno», magari Vidal. Ma nel mercato, si sa, scenari improbabili possono cambiare di fronte ad offerte importanti, e quando l'interesse per un giocatore è concreto, la porta non si chiude mai definitivamente. Sempre
    attenta alle occasioni di mercato la dirigenza juventina potrebbe aggiungere a costo zero, a fine stagione, un giocatore di 31 anni, nel pieno della maturità, geometra del Lione che dominava la Ligue, con un passaggio positivo al Malaga (che ha raggiunto i quarti di Champions nel 2013), l'esperienza di 56 gare in Champions League.

    Dalla Croazia Mentre dalla Croazia si intensificano le voci legate al possibile approdo a Torino di Andrej Kramaric, giovane talento (classe 1991) in forza al Rijeka e alla Nazionale croata. Si tratta di un duttile attaccante in grado di giocare come prima e seconda punta finito nel mirino di alcuni tra i più importanti club d’Europa. La Juventus, però, mossasi con grande tempismo, sembra in vantaggio sulla concorrenza.


    Tuttosport

    [Video] Conferenza stampa Allegri-Tevez pre Malmö-Juventus





    I convocati per la trasferta svedese di #UCL

    Massimiliano Allegri avrà a disposizione 22 giocatori per la sfida contro il Malmoe, in programma domani sera allo Swedbank Stadion di Malmoe. Tanti sono infatti i partenti alla volta della Svezia, dove la squadra atterrerà nel pomeriggio.
    Questo l'elenco dei convocati diramato dal tecnico al termine dell'allenamento di rifinitura sostenuto a Vinovo:


    1 Buffon
    2 Romulo
    3 Chiellini
    5 Ogbonna
    6 Pogba
    7 Pepe
    8 Marchisio
    9 Morata
    10 Tevez
    11 Coman
    12 Giovinco
    14 Llorente
    19 Bonucci
    20 Padoin
    21 Pirlo
    23 Vidal
    26 Lichtsteiner
    30 Storari
    33 Evra
    34 Rubinho
    37 Pereyra
    38 Mattiello

    Squadra dell'anno UEFA: dalla Serie A solo tre candidati, tutti della Juventus

    La UEFA propone sul suo sito ufficiale una lista di nomi sulla base della quale gli appassionati di calcio di tutta Europa potranno votare, entro il 6 gennaio, l'undici ideale per il 2014. Dell'elenco fanno parte solo tre giocatori della Serie A, tutti della Juventus: Buffon, Pogba e Tevez.

    Di seguito la lista completa:

    PORTIERI - Beto, Thibaut Courtois, Gianluigi Buffon e Manuel Neuer.

    DIFENSORI - Sergio Ramos, Diego Godin, Miranda, Vincent Kompany, Jerome Boateng, Medhi Benatia, David Alaba, Ezequiel Garay, Mats Hummels, Philipp Lahm, Pablo Zabaleta e Dani Carvajal.

    CENTROCAMPISTI - Toni Kroos, Luka Modric, Angel Di Maria, Arjen Robben, Ivan Rakitic, James Rodriguez, Koke, Xabi Alonso, Marco Reus, Paul Pogba, Yaya Tourè e Arda Turan.

    ATTACCANTI - Gareth Bale, Diego Costa, Thomas Muller, Cristiano Ronaldo, Zlatan Ibrahimovic, Robert Lewandowski, Alexis Sanchez, Karim Benzema, Lionel Messi, Jonatan Soriano, Carlos Tevez e Neymar.

    Calciomercato.com

    Juve, accordo con Schar

    La Juventus fa sul serio per Fabian Schar, difensore svizzero classe 1991 in scadenza di contratto con il Basilea nel giugno del 2015. Secondo quanto appreso in esclusiva da Calciomercato.com, il club campione d'Italia avrebbe già raggiunto un accordo di massima con l'entourage di Schar per quanto riguarda l'ingaggio e la durata del contratto.

    Un passo importante quello compiuto da Beppe Marotta e Fabio Paratici, anche se resta ancora da definire l'accordo fra la Juventus e il Basilea, nel caso in cui i bianconeri decidessero di anticipare l'operazione a gennaio, anziché aspettare la fine del contratto fra il nazionale elvetico e il suo attuale club di apparenenza.

    A ZERO A GIUGNO O SUBITO A GENNAIO? - Schar a parametro zero a giugno quindi, in perfetto stile Marotta (ricordando i colpi Pirlo, Pogba e Llorente), oppure già nella sessione invernale del mercato. Un'ipotesi, quest'ultima, che a Torino stanno prendendo in seria considerazione, visti i problemi fisici persistenti di Andrea Barzagli e Luca Marrone.

    La fotografia della situazione ad oggi vede dunque la Juventus in vantaggio sulla concorrenza per Schar, che, ricordiamolo, nel 2014-15 non potrebbe giocare in Champions League, avendo già preso parte alla manifestazione in questa stagione con la maglia del Basilea.

    OCCHIO PERO', LA CONCORRENZA NON DORME - Ma le storie di mercato possono prendere una direzione nuova da un momento all'altro, visto che club come Arsenal e Borussia Dortmund non stanno certo a guardare quando sono sulle tracce di un giocatore (e, in questo caso, lo sono ancora). E' anche per questo motivo, quindi, che la dirigenza della Juve sta pensando di stringere ulteriormente i tempi, forte della volontà del giocatore.

    Calciomercato.com

    La Juve corre in Italia ma in Champions non vince in trasferta dal febbraio 2013.