Slide FanBox
  • #AttimidiJuve
  • Iscriviti ai Feed Seguici su Facebook Seguici su Twitter Aggiungimi su Google+ Segui il Canale di Youtube
    Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

    A Milano con 23 giocatori , torna Vidal

    Sono 23 i convocati da Massimiliano Allegri per Milan-Juventus, anticipo della terza giornata di campionato.
    Questo l'elenco diramato dal tecnico al termine dell'allenamento sostenuto questo pomeriggio a Vinovo:



    1 Buffon
    2 Romulo
    3 Chiellini
    4 Caceres
    5 Ogbonna
    6 Pogba
    7 Pepe
    8 Marchisio
    9 Morata
    10 Tevez
    11 Coman
    12 Giovinco
    14 Llorente
    19 Bonucci
    20 Padoin
    22 Asamoah
    23 Vidal
    26 Lichtsteiner
    30 Storari
    33 Evra
    34 Rubinho
    37 Pereyra
    38 Mattiello

    Levissima celebra il "Derby dell'acqua"

    In occasione dell’attesissima partita di campionato che vedrà schierarsi in campo sabato 20 settembre due delle squadre italiane più titolate e tifate, Levissima celebra il “Derby dell’acqua” con una campagna stampa ad hoc. Official Water della Juventus da quest’anno e Official Partner di AC Milan per la quarta stagione, Levissima sosterrà infatti con la sua purezza i ventidue giocatori sul prato di San Siro in uno dei più importanti match del campionato.
    “Stasera il calcio raggiungerà vette mai viste” è il claim della speciale campagna stampa che vivrà tra venerdì 19 e sabato 20 settembre sulle principali testate sportive cartacee e web, in formato digispot tv su Mediaset Premium e con alcuni post sulla pagina Facebookufficiale del brand (www.facebook.com/Levissima).
    “Siamo felici di essere presenti sul campo di gioco dello stadio di San Siro, accanto ai campioni di due delle più amate squadre italiane in occasione di una delle partite più sentite dai tifosi di tutta Italia – commenta Chiara Costantino, brand manager Levissima–. Grazie a queste significative partnership con Milan e Juventus, Levissima porta anche nel mondo del calcio i valori della purezza e della sostenibilità ambientale, che da sempre le appartengono”.
    Nella campagna, i tre formati delle bottiglie d’acqua Levissima, da 1,5 Litri, 1 Litro e 1 Litro con il pack in PET con il 30% di origine vegetale e 100% riciclabile, si posizionano nel campo da gioco innevato per una sfida all’insegna della purezza. Alle spalle della porta da calcio, la cima Piazzi del ghiacciaio Dosdè Orientale in Alta Valtellina, da cui nasce l’acqua Levissima. Come pallone, una palla di neve ferma a centro campo prima del fischio d’inizio della partita. L’acqua altissima e purissima si allea con i suoi campioni sportivi per rigenerarli e rivitalizzarli con la forza della propria purezza.

    Credits

    Art Director: Umberto Casagrande
    Copywriter: Gianni Giugnini
    Agenzia: HavefunGiugnini&Casagrande
    Fotografo: HYPERACTIVESTUDIO

    [Video] Conferenza stampa Allegri pre Milan-Juventus






    Morata: “Nella Juventus mi sento importante, voglio essere un’opzione reale per Allegri”

    Dal blanco, al bianconero. Madrid è la sua casa di sempre, ma il presente si chiama Torino. Juventus. E Morata non vede l’ora di lasciare il segno, felice. Intervistato dal quotidiano Marca, l’attaccante spagnolo ha dichiarato: “Nella Juventus mi sento importante, credo sia il posto migliore nella quale potevo stare. Mi danno la fiducia di cui avevo bisogno. Il Real è solo un ricordo? In questo momento spero di essere solo il più felice possibile a Torino, il mio obiettivo di quest’anno è quello di essere un’opzione reale per l’allenatore. La Nazionale? Resta il mio sogno”.

    Di Marzio.com

    Ecco tutti i numeri del tifo in Italia. Juve prima per numero di tifosi (31%).


    Allegri, la prima a San Siro contro i "nemici" Inzaghi-Berlusconi.

    Allo scontro fisico, malgrado un precedente faccia ancora discutere, non si arriverà. Per quello verbale, meglio attendere il dopopartita, anche se chi ha classe e aplomb non si lascerà abbindolare dal pressing dei media. E allora ci si affida al potere simbolico di un’immagine ideale, non catturata dalle tv, però di straordinario impatto: Massimiliano Allegri che prende a schiaffi (o buffetti, se tutto suona troppo... pulp) una coppia di carissimi nemici. Chi? Beh, Filippo Inzaghi e Silvio Berlusconi. Quelli che, per motivi diversi, gli hanno messo i bastoni fra le ruote, hanno stuzzicato il suo orgoglio, hanno cercato di dissuaderlo da certezze tecnico-tattiche invise a quei due lì. Oggi, magari, il condottiero della nuova Juve dirà un paio di parole sul tema, però la sostanza non muta: non si sono mai amati e il distacco reciproco è roba da archivi storici del Diavolo calcistico.

    L’attesa
    Domani, per la prima volta dopo l’esonero del 12 gennaio, il “Conte Max” tornerà a calpestare il prato di San Siro. Il Milan, la sua ex creatura condotta tre anni fa al bis scudetto-Supercoppa, l’aveva già incrociato il 23 agosto al Tim, antipasto di campionato, quando la difesa dei campioni d’Italia si dilettò nel regalare un gol a Keisuke Honda. Quella sera Allegri e Inzaghi si strinsero la mano a favor di telecamere, ma senza falsi sorrisi. Sportività, il messaggio ecumenico da spedire al mondo, poi ognuno per la sua strada. Non sarà, non potrà mai essere una partita qualunque, per l’allenatore chiamato a dare continuità ai successi juventini, quella contro il Milan, guidato per tre stagioni e una quarta interrotta al tramonto del girone di andata, dopo il poker servito dal Sassuolo di quel mattacchione di Domenico Berardi. L’esonero fu soltanto il climax di un rapporto ormai deperito.

    Milan-Juve, i soldi non sono tutto. Diverse politiche sul mercato."


    Galliani: "Io tifoso juventino? Ero molto piccolo... Conte al Milan? Un pò di corteggiamento c'è stato."