Slide FanBox
Iscriviti ai Feed Seguici su Facebook Seguici su Twitter Aggiungimi su Google+ Segui il Canale di Youtube
Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

Levissima diventa l'acqua ufficiale dei Campioni d'Italia della Juventus

Presentata ufficialmente la partnership tra i bianconeri e Levissima che, con la sua bottiglia in PET con il 30% di origine vegetale, lancia anche all’interno del mondo del calcio e dello sport i valori della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente
Nella cornice diVillar Perosa, feudo per eccellenza delpopolo juventino, mercoledì 20 agosto è stata ufficializzata la partnership tra ilclub più titolato d’Italia e Levissima, l’acqua minerale simbolo di purezza e vitalità. Un accordo che va ben oltre la semplice partnership sul campo ma che punta a lanciare a tutti gli italiani e alle famiglie del Paese un messaggio di attenzioneai valori sani e puri dello sport e dell’ambiente.
“Per Levissima è un motivo di grande orgoglio presentare questo accordo con la Juventus in questa giornata speciale per i suoi tifosi– spiega Stefano Marini, direttore Business Unit Italia del Gruppo Sanpellegrino –. Crediamo che con l’aiuto del club bianconero, la squadra più seguita in Italia e all’estero, e grazie alla prima bottiglia in PET con il 30% di origine vegetale, potremo diffondere ancora di più e su una scala più ampia i valori della sostenibilitàche da sempre ci appartengono”.  
Alla presenza di tutti i più alti esponenti della dirigenza bianconera, la partnership tra la Juventus e Levissima è stata formalmente siglata da Giuseppe Marotta, direttore generale e Amministratore Delegato del club juventino, e da Stefano Marini, direttore Business Unit Italia del Gruppo Sanpellegrino di cui Levissima fa parte. All’atto della firma Levissima è stata omaggiata dalla società bianconeradi una speciale maglia numero 10 autografata dai campioni bianconeri. Un gesto simbolico che rappresenta un’importante condivisione di valori per sensibilizzare tutte le famiglie italiane e non solo, al rispetto della natura attraverso la sana passione sportiva.

Ziegler ha rescisso il contratto con la Juventus

Ziegler ha rescisso il suo contratto con la Juve. Lo svizzero ha richieste in Turchia e in Germania

Ufficiale - Vidal (in bianconero) sulla copertina sudamericana di Fifa 15

Se tre indizi fanno una prova , Vidal vestirà bianconero anche il prossimo anno.
Dopo le ripetute smentite di Marotta , dello stesso giocatore con il "sto bene qui" , arriva una smentita che probabilmente mette la parola fine sulla vicenda Vidal.
Ea Sports ha comunicato ufficialmente che sulla copertina per il Sud America del videogioco Fifa 15 , saranno presenti Leo Messi e Arturo Vidal in maglia bianconera.

Che alla EA sappiano qualcosa in più sul futuro di Vidal? Di certo a Torino si sa che rientrerà in squadra insieme a Romulo e prenderà parte al Trofeo Tim contro Milan e Sassuolo.

Radu Buliga - Juventus Blog

[Video] Interviste post Juventus A - Juventus B 6-1





[Highlights] Juventus A - Juventus B 6-1




Marotta: “Vidal un caso mediatico, resta alla Juventus. Pogba rinnovo vicino…”

La festa della Juve è di casa a Villar Perosa. Tra poco, Juventus A contro Juventus B. Tanti tifosi e tutta la dirigenza presente. A partire da Beppe Marotta, che ha parlato ai microfoni di Sky Sport, riguardo alla situazione della squadra: “Vidal sta bene, ha ripreso ad allenarsi e il ginocchio ha ripreso le funzionalità normali. Resta a disposizione della squadra, su di lui sempre il solito tormentone. Non è stato mai messo sul mercato e mai è stata avviata una trattativa. Sono i soliti luoghi comuni mediatici che non trovano riscontro nella realtà. Buffon? C’è massima gratitudine per lui. C’è già un contratto firmato in bianco, quando vorrà ci incontreremo. Rimarrà fin quando vorrà. Pogba? Abbiamo avviato una negoziazione con i suoi agenti, speriamo di arrivare a una conclusione positiva in tempi brevi”.

Juve, operazione in prospettiva: si tratta col Boca Juniors per Pochettino

Talento e fantasia, un gioiello grezzo argentino. Il Boca Juniors, garanzia da una vita. La Juventus lo sa bene, e accende i radar su Tomas Pochettino. Classe 1996, centrocampista, Pochettino è da tempo nel giro della prima squadra. Forte fisicamente, bravo negli inserimenti. Futuro assicurato, proprio così. La trattativa è in corso, c’è fiducia per chiudere. Poi, si deciderà se tenerlo per la formazione Primavera oppure parcheggiarlo in qualche squadra di Serie A per farlo giocare. Il Sassuolo, ad esempio, è interessato. Ma non è il solo. Dall’Argentina all’Italia, dal Boca alla Juventus. Pochettino sogna.

Di Marzio

Juve A-Juve B, ore 17. le formazioni.

Tutti a Villar Perosa ad abbracciare la Juve. Come prima, più di prima: perchè in questa nuova stagione è la prima volta che i tifosi possono festeggiare i loro beniamini che hanno cominciato il ritiro blindato a Vinovo e poi sono volati in giro per il mondo: Giacarta, Sydney e Singapore. Di tutto, di più. Ieri sera la squadra si è ritrovata in albergo e questa mattina ha lavorato nel centro sportivo. Subito dopo il pranzo la partenza in pullman verso le montagne tanto care all’Avvocato. E prima di raggiungere il campo, i giocatori andranno a visitare la villa di Giovanni Agnelli e poi tutti a rendergli omaggio davanti alla tomba. Poi al campo. La festa: Juve A contro la Primavera rinforzata da qualche elemento della prima squadra. In serata il ritorno a Torino dopo un’abbuffata di entusiasmo.

Emozione
Dici Villar Perosa e ti viene in mente l’Avvocato, la Juve di Giovanni Trapattoni e Giampiero Boniperti. Giovanni Agnelli, sempre presente alla partitella di famiglia. Un rito a cui nessuno rinunciava. E lui, seduto in panchina al fianco dell’allenatore di turno, a seguire la sfida, a chiedere notizie sui nuovi acquisti. Chiedeva, già, ma sapeva tutto, proprio tutto. Ascoltava divertito e alla fine si fermava a parlare con i campioni preferiti. Adorava Platini e un giorno si lasciò scappare una frase che ha fatto storia: «L’abbiamo comprato per un tozzo di pane e lui ci ha messo sopra il foie gras...». E giù un sorriso malizioso. Lui e la Juve, i suoi assi, i successi, emozioni che l’Avvocato lasciava intravedere ogni volta che parlava del suo grande amore in bianconero. Arrivava all’improvviso, dal cielo. Tutti con lo sguardo verso l’alto ad aspettare l’elicottero che lo portava direttamente al campo. L’abbraccio con i tifosi, non si nascondeva mai. Villar Perosa era la sua partita e continuerà ad esserlo anche da lassù. Dopo di lui il Dottore, Umberto Agnelli, ed ora Andrea presidente fresco di tre scudetti consecutivi alla caccia della Champions League.

Juve-Chiellini fino al 2018: giovedì l'annuncio ufficiale. Giorgio futuro dirigente?

Chiellini fino al 2018 Intanto, è tutto pronto per il rinnovo del contratto di Giorgio Chiellini: giovedì l’annuncio ufficiale. Il 30enne azzurro resterà bianconero almeno fino a giugno del 2018. Poi, per Giorgione potrebbe aprirsi anche una carriera da dirigente nel club torinese. Ancora da definire le situazioni di Sebastian Giovinco e Stephan Lichtsteiner, giocatori con accordo in scadenza nel 2015. Con il fantasista italiano non ci dovrebbero essere problemi, la volontà di andare avanti insieme è comune. E’ invece possibile un addio a fine stagione per l’esterno svizzero.

Fonte: GdS (estratto dall'articolo a firma di M. Graziano)

Oggi summit mercato Allegri-dirigenti. Svolta Jovetic: il City lo dà in prestito. Marotta all'assalto

Questa sera, a Villar Perosa, summit di mercato tra Allegri ed i dirigenti. Probabilmente ci sarà anche John Elkann, il principale azionista del club. Il vertice è importante perchè, all’improvviso, si è aperto uno spiraglio per Jovetic, il sogno dei bianconeri. Sino all’altro giorno, infatti, il Manchester City lo vendeva solo per 20 milioni, ma visto che non si è fatta sotto nessuna società con una proposta concreta adesso pare che gli inglesi siano disposti anche a cederlo in prestito per non sperperare il capitale economico. Con Pellegrini, che formalmente lo blinda, il giocatore rischia di fare tanta panchina anche nella stagione che è appena iniziata. E se gioca poco, il suo valore, già calato di molto, subirebbe un’altra brusca caduta. Un rischio che il City non può permettersi. Ecco perché sta seriamente valutando la possibilità di cederlo ad un club che lo impieghi con continuità. E la Juve è pronta. Beppe Marotta sta seguendo il montenegrino da un paio di stagioni, ha provato addirittura a prenderlo lo scorso anno dalla Fiorentina. Adesso la situazione si è capovolta. Nel giro di poche ore quello che sembrava un sogno potrebbe trasformarsi in realtà: anche se non è facile, ci mancherebbe, perché il tempo a disposizione per trattare non è tantissimo.

Anche la Roma
Sul montenegrino, per la cronaca, c’è pure la Roma. Sabatini proverà ad inserirsi nel discorso con il City: il giocatore è un pallino di Garcia. I giallorossi, come del resto i bianconeri, lo vorrebbero in prestito. Si tratta di capire chi offre di più per il riscatto definitivo e chi, soprattutto, inserisce la clausola del riscatto obbligatorio. E, credete, non si tratta di dettagli.