Slide FanBox
Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

martedì 22 luglio 2014

Per la difesa avanza la candidatura di Nastasic. Astori non interessa ai bianconeri

Un difensore per Allegri Detto delle mosse per l’attacco, le attenzioni bianconere sono orientate anche alla ricerca di un difensore che possa rafforzare il reparto e fornire delle alternative vista l’emergenza dell’infortunio occorso di recente a Barzagli. Sul taccuino dei dirigenti juventini ci sono i nomi del serbo Matija Nastasic (Manchester City), e quello di Savic (Fiorentina). Proprio quest’ultimo potrebbe entrare in pista nel caso la Juventus si sedesse al tavolo coi toscani per uno scambio con Isla. Traccia ancora tutta da sviluppare. Esce invece fuori dai radar bianconeri il cagliaritano Davide Astori, mentre Balanta e Zapata sono idee da sviluppare (eventualmente) nelle prossime settimane.

Fonte: GdS (estratto dall'articolo a firma di A. Russo)

Allegri ha chiesto Abate! Centrale: Nastasic in pole, poi Savic-Balanta.

Sistemata la fascia sinistra con Patrice Evra, adesso la Juventus si concentra su altri due tasselli difensivi: il laterale destro e un centrale. Con Stephan Lichtsteiner in bilico tra rinnovo e cessione (ha tanti corteggiatori in Ligue1 e Bundesliga) e Mauricio Isla pronto per una nuova avventura (Fiorentina, Atletico Madrid e Southampton), Marotta e Paratici stanno cercando un nuovo terzino. Massimiliano Allegri ha chiesto un laterale di spinta e non è un mistero la stima per il suo ex allievo Ignazio Abate. Quella del rossonero è molto più che una semplice idea. Stando a fonti milanesi, la pista è concreta. L’ostacolo maggiore sembra quello di convincere Adriano Galliani a cedere un giocatore alla Juventus. Ma in tempi di ristrettezze economiche, tutto è possibile. In ogni caso, prima di accelerare, la Juventus dovrà firmare le carte di divorzio da Isla. Il buon Mondiale ha acceso i riflettori sul cileno.

[Video] Juventus-Shaqiri, domani incontro con gli intermediari: la situazione




Un talento svizzero sulla bocca dei club italiani, Xherdan Shaqiri al centro del mercato. E la Juventus prova ad inserirsi. Domani ci sarà un primo contatto tra la dirigenza bianconera e gli intermediari che s’interessano della trattativa per il giocatore del Bayern Monaco. Sviluppi in vista, operazione che potrebbe eventualmente decollare. Sullo sfondo sempre la Roma, interessata qualora Ljajic dovesse fare le valigie. Xherdan Shaqiri in vetrine, le italiane ci provano.

Di Marzio

Juventus-Udinese, domani incontro decisivo per Pereyra

La Juventus non si ferma, scatenata sul mercato. Dopo Morata ed Evra, ecco Pereyra. Domani l’appuntamento forse decisivo con l’Udinese, per chiudere la trattativa. Pereyra vede Torino, il calciatore argentino ha già salutato i compagni in ritiro. Un milione e mezzo di euro per il prestito e 11 milioni per il riscatto. Nella trattativa, anche Sorensen. Mercato in fermento, Pereyra quasi bianconero. Quello juventino.

22/07/1947, l'Avvocato alla guida della Juve

Sette anni da Presidente, una vita al suo fianco. Giovanni Agnelli e la Juventus sono sempre stati una cosa sola, ma è nel 1947 che l'Avvocato inizia ad occuparsi della società in prima persona. A soli 26 anni, il 22 luglio del 1947, assume la carica di Presidente, ribadendo la vicinanza della Famiglia al club.
E' il secondo Agnelli al timone della Juventus, dopo che suo padre Edoardo, quattordici anni prima, aveva dato inizio al più lungo sodalizio nella storia del calcio e sotto la sua guida arriveranno due scudetti, nel 1950 e nel 1952. Il 18 settembre 1954 l'Avvocato lascerà la presidenza, ma rimarrà sempre vicino alla sua Juve. E la sua Juve gliene sarà per sempre grata.

lunedì 21 luglio 2014

Con te saremo Allegri!

Dopo 3 anni finisce l'era Conte , chiusasi con 5 trofei  , 3 scudetti , 2 Supercoppe , il record di imbattibilità , di vittorie consecutive in casa e il record dei 102 punti.
Ma al di la dei record e dei numeri sono stati 3 anni intensi , pieni di emozioni , gioie e qualche sofferenza , anni che nessun juventino non potrà mai dimenticare, perchè è stato il periodo che ha rilanciato la Juventus in Italia e nel mondo.

Il 15 luglio Conte rassegna le dimissioni , ma non voglio entrare nel merito e sto alla larga dal dare giudizi personale sull'addio e sui modi del suo addio , un giorno dopo invece viene presentato il nuovo allenatore della Juventus , Massimiliano Allegri.

Toscano classe 67' Allegri ha allenato in carriera squadre come Cagliari per poi fare il grande salto nel Milan dello scudetto vinto dopo 7 anni , per poi al secondo anno perdere lo scudetto contro l'armata imbattibile proprio di Conte , esperienza che poi si conclude al terzo anno con l'esonero dopo la sconfitta contro il Sassuolo.

Allegri in Serie A nei suoi 5 anni e mezzo tra Cagliari e Milan ha collezionato 353 punti , con cca. 70 punti annui.
Arrivato alla Juventus tra le polemiche e le critiche , Allegri ha subito risposto alla grande puntualizzando su cose che credo , saranno e sono state il punto di forza del nuovo corso della Juventus :


  • Innanzitutto mi ritengo fortunato perchè negli ultimi 4 anni e questo è il quinto, avere la fortuna di allenare il Milan e poi la Juventus, non è da tutti.Ripeto, per me è un onore, è uno stimolo importante, soprattutto per cercare di continuare a vincere".
  • "Innanzitutto capisco lo scetticismo dei tifosi perchè in un giorno praticamente è cambiato l'allenatore della Juventus. Come riconquistarli? Con i risultati, con il lavoro, con il rispetto e con la professionalità. 
  • Sicuramente bisognerà migliorare in Champions. La società ha uan strategia oculata di mercato, sta cercando di rinforzare la squadra per renderla ancora più competitiva in Italia e soprattutto in Europa".
  • Conosco la squadra, perchè in questi tre anni e mezzo ci sono state delle belle partite e conosco perfettamente i giocatori. Credo che in questo momento stravolgere la squadra non ha alcun senso e da persone poco intelligenti. Lavorerò sulle caratteristiche dei giocatori, una squadra che per tre anni ha fatto delle grandissime cose. Normale che porterò degli accorgimenti, sempre in base a delle caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione. Quindi non è mia intenzione pensare di stravolgere un sistema di gioco, che funziona. Sicuramente dovrò portare degli accorgimenti per cercare di migliorare una squadra che ha già fatto grandi cose".
Allegri da persona intelligente, allenatore altrettanto intelligente e molto preparato ha già "messo le mani avanti" e avendo già trovato una squadra molto preparata fisicamente , mentalmente e tatticamente sa bene che per lui questo può solo che essere un vantaggio.
Parlando di modulo , si parla molto del 3-5-2 , del 4-3-1-2 e del 4-3-3 , moduli che sono nelle corde della nuova Juventus , trequartista ed ala di spessore escludendo. 

Sinceramente , da tifoso , ancor'oggi , non riesco a capire tutto questo accanimento contro Allegri (escludendo le sue dichiarazioni da "aziendalista" contro la Juventus, cose che nel calcio ci sono ogni giorno) che ha accettato una sfida così difficile per la sua carriera , rimettendosi in gioco , a disposizione della Juventus e viceversa.
Di certo , l'unica cosa che Allegri potrà e dovrà migliorare in questa Juventus è la stagione fallimentare in Champions League , palcoscenico che il Milan di Allegri , anche dopo gli adii dei big ha "retto" a differenza della Juventus...
Magari molti juventini si ricorderanno di Allegri grazie a quel Pescara-Juventus 5-1 con doppietta di Max , che in uno dei due gol , riuscì a bucare la rete...

Parere personale , per uno juventino come Massimiliano , che ha sempre avuto la Juventus nel destino , questo potrà essere l'anno della (ri)consacrazione di Allegri come allenatore a livello Nazionale e Internazionale.




  •  Gli uomini passano , la Juventus rimane. 
Buliga Radu - Juventus Blog

Bollettino medico - Morata ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro

Durante l'allenamento di questo pomeriggio Alvaro Morata ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Le sue condizioni verranno valutate nella giornata di domani.

Secondo le prime indiscrezioni, Morata, durante uno scontro di gioco, si sarebbe procurato una lesione di secondo grado al legamento collaterale. Se gli accertamenti confermeranno la prima diagnosi, il calciatore potrebbe rimanere fuori 30-40 giorni.

La moglie di Agnelli su Twitter :"Andrea sta cercando di risolvere un problema che qualcun altro ha creato"




L'addio di Conte alla Juventus ha creato non pochi problemi alla moglie di Andrea Agnelli, Emma Winter: diversi tifosi bianconeri hanno usato la sua pagina Twitter per manifetare il loro disappunto sull'operato della dirigenza bianconera, che ha scelto come rimpiazzo Massimiliano Allegri. Dopo l'ennesimo insulto, la Winter ha scritto: "Ma credete che AA (Andrea Agnelli, ndr) se ne stia qui sul divano a girarsi i pollici invece di fare il suo fottuto meglio per risolvere un problema che qualcun altro ha creato?". Sono seguiti, poi, altri tweet polemici e ironici, come questo: "Mi piacerebbe avere il potere di dire: prendiamo quel giocatore, fa schifo a giocare a calcio ma ha dei bei bicipiti".

[Video] Evra : "Non vedo l'ora! La Juventus è un grandissimo club!"






[Ufficiale] Evra è bianconero

La Juventus comunica di aver perfezionato l’accordo con il Manchester United per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Patrice Latyr Evra a fronte di un corrispettivo di 1,2 milioni di sterline pagabili in due rate: 0,6 milioni al rilascio del transfer internazionale e 0,6 milioni entro il 1°luglio 2015.
Il valore di acquisto potrà incrementarsi di ulteriori massimi 0,3 milioni di sterline in caso di qualificazione della Juventus alla UEFA Champions League 2015/2016.
La Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva biennale.